lunedì

Notte Bianca


Da giugno a settembre la Penisola, da Nord a Sud, ospiterà eventi, concerti, shopping, divertimento, insomma la ‘Notte Bianca”: protagoniste assolute saranno le Città, e ovviamente i milioni di partecipanti.
‘Notte Bianca‘, da quelle celebri di San Pietroburgo, a fine primavera e inizio estate, quando il sole tramonta tardi e il giorno si dilata, a quelle di Dostoevskij e di Visconti, fino a quella del 5 ottobre 2002 di Parigi: la prima “Nuit Blanche”, poi copiata da Roma.
Adesso ‘Notte bianca’ è sinonimo di città viva fino all’alba, luci artificiali a rischiarare il buio, tutto aperto: negozi, ville, musei, luoghi d’arte, teatri, cinema, e concerti. Quest’anno sono molte messe in programma dalle città italiane, perfino nei piccoli centri. La città ridiventa quella della gente, secondo quanto ci hanno mostrato i cugini francesi: “rendere l’arte accessibile a tutti, dare valore allo spazio urbano per la creatività moderna, un monumento di convivialità”. E c’è da fidarsi, perché loro conoscono Baudelaire e la poesia della metropoli, geografia e metafora della modernità. La città non è solo traffico e ufficio, maleducazione e disordine, ma un luogo di occasioni, di passeggiate, di opportunità per perdersi tra essa, di costruirla, di esplorarla, e di amarla.
Non ci resta allora che dare la parola a voi, perché ci raccontiate la vostra ’Notte bianca’!

1 commento:

Niccolò ha detto...

Ciao Domenico,
credo di aver visto solo ora il commento sul mio blog.
Perdonami.
Trovo il tuo blog estremamente interessante, ci tornerò sicuramente.
Fatti vivo e se ti serviranno dei miei disegni per le tue pubblicazioni, chiedimelo pure.
N.